Individuaci

localizzare Mobili DOUDARD

precedente

GLOSSARIO

GLOSSARIO

A

Acanto. Pianta dell'Europa meridionale la cui foglia caratteristica, larga, lunga e molto tagliata, entra dall'antichità nella composizione di molte ragioni di decorazione, come per l'architettura come per le arti decorative, i mobili tra gli altri. Riempito nel Rinascimento, il motivo "foglia d'acanto" è usato in varie forme sia nel diciassettesimo che nel diciottesimo secolo attraverso gli stili classici o barocchi.

bracciolo. Parte piena del file di vocali e guardoni.

alcova. Un luogo in cui viene eretto un letto che può essere nascosto per mezzo di tende o porte.

Supporto. (mobili fino a). Qualifica un mobile su cui una persona in piedi può appoggiarsi.

Balestra. (dentro o dentro la prua). profilo d'un tipo di cassettone nato sotto la reggenza, creato da Cressent, si dice, che ha una linea curva e una curva contraria che evoca la forma di un arco da balestra o una sorta di riconoscimento.

Argentieri. Vetrina dei mobili che permette di esporre oggetti di collezioni al riparo dalla polvere! Gli scaffali sono in vetro e l'illuminazione può essere installata.

Armadio. Mobili apparso alla fine del XIII secolo, il gabinetto sostituisce i nomadi del petto. Mentre la popolazione diventava sedentaria, le famiglie avevano bisogno di unità di memoria più grandi. Così l'armadio ha fatto la sua comparsa nella sala unica della casa.
In Normandia, l'armadio conteneva la biancheria e soprattutto le calze di lana custodite dalla padrona di casa.

Guardaroba normanno L'abitudine era che ogni volta che una ragazza fosse nata, il padre avrebbe sparato alla più bella delle querce. Lo lasciò scorrere per diversi anni sotto la pioggia e poi lo riparò per una lunga asciugatura. Fino al giorno in cui la ragazza è stata proposta per sposarsi. Il padre o l'artigiano allora si mise al lavoro per trasformare le borchie in un armadietto. In generale l'armadio era la dote della sposa.

Aronde (a coda di rondine). Una coda di rondine consiste di un tenone a forma di trapezio e un solco della stessa forma. Questo nome è stato dato perché la forma trapezoidale del pezzo ricorda una coda di rondine chiamata anche coda di rondine.
Il montaggio a coda di rondine viene utilizzato principalmente per il montaggio dei cassetti.

Artisan. È un lavoratore manuale. Lavora per le persone. L'artigiano lavora da solo, con la famiglia o con i compagni.

Assemblea. Processo mediante il quale le varie estremità dei pezzi di legno che compongono le cornici o le cornici dei mobili sono unite per formare un insieme.

Alburno. Giovane parte di un albero sotto la corteccia. L'alburno consiste negli ultimi strati annuali di legno ancora vivo e di colore più chiaro rispetto al cuore.

B

Hutch. Nel Medioevo il petto era un grande baule da viaggio con la parte superiore a cupola. Nel diciottesimo e diciannovesimo secolo, era usato per riporre vestiti, arazzi e piatti.
L'espressione transbahuter indica la sua funzione per i movimenti frequenti.
Oggi la parola "credenza" significa un armadio in legno massello.

Canopy. Dais (telaio in tessuto allungato) posto sopra un letto o un sedile (solitamente trono) da cui cadono le tende.

Balaustra. Qualifica una forma di pilastro verticale il cui rigonfiamento varia con gli stili. Si applica alle gambe dei sedili, delle console, dei braccioli e del supporto da tavolo.

Barocco. In termini di stile copre il periodo che va dalla fine del Rinascimento al neoclassicismo (1770 circa). Si oppone al classico. Etimologicamente la parola deriva da un termine portoghese "barroco" che si applica a perle irregolari. Lo stile barocco è caratterizzato dalla sua profusione decorativa, dall'uso sistematico delle curve e dall'asimmetria.

Il becco di Corbin. Stampaggio molto sporgente con un profilo che ricorda il becco del corvo.

Bergere. Poltrona inventata in Francia nel XVIII secolo. La sedia da pastore è una seduta ampia e profonda che consiste in uno schienale i cui stipiti laterali scendono verso i braccioli e il cui sedile è solitamente arredato con un cuscino rimovibile.

Biblioteca. Da 1750, la biblioteca è presente in tutti gli interni borghesi. Per renderlo funzionale, sarà diviso in due corpi: quello inferiore riceverà le opere più grandi e più pesanti; saranno ali piene. La parte superiore del corpo (smaltata) conterrà le opere più facili da gestire; così smaltata questa parte sarà più una finestra espositiva che mostra le belle bindings.

Billot. Mobili che si trovavano di solito presso l'artigiano Boucher perché il blocco era usato per tagliare i pezzi di carne.

carpenteria. (mobili di). Qualifica un mobile integrato in tutti i pannelli e la cui base prende la forma di un plinto che si abbina al rivestimento.

Bonheur du jour. La felicità del giorno deve il suo nome al successo che ha conosciuto durante la notte, a 1760. È un mobile che serve sia da tavolo che da segretaria.

Bonnetière. Era usato per conservare i copricapi della padrona di casa e quelli delle sue figlie. Tuttavia, il bonnetiere non aveva lo stesso posto nel cuore della famiglia come il guardaroba.

Buffet. Nel medioevo, il buffet era un'apertura lasciata nella muratura, che era stata arredata con assi e una foglia. Questa credenza incorporata era nella stanza principale è la camera da letto!
Oggi il buffet può essere basso o bicolore. Mettiamo i piatti, le posate, i bicchieri ...

Bureau. "bureau" deriva da "bure" che nel Medioevo indicava una materia di lana. Questo tessuto comune e ruvido, grazie alla sua solidità, era usato all'epoca per coprire le tavole in cui venivano redatti conti e pergamene.
In origine era quindi un tappeto da tavolo fatto di bure; questo tappeto sarà chiamato l'ufficio "XIV secolo" e nel 15 ° secolo sarà il pezzo di arredamento coperto da un panno verde che prenderà il nome di "ufficio".
Va notato che questo mobile potrebbe essere una panca, una cassapanca o un tavolo; era il fatto di essere coperto con un tappeto che gli dava il nome di "ufficio".

C

Convertibile. Poltrona francese Ispirata al Luigi XV e Luigi XVI. La sua struttura in legno dorato o laccato e leggero ed elegante. La cabriolet è composta da uno schienale concavo e un sedile imbottito.
Deve il suo nome a una piccola carrozza del XVIII secolo sotto forma di cappuccio!

Divano. È un'invenzione del tempo Luigi XIV. Il divano raggiunge il suo apice sotto Luigi XV che chiede agli ebanisti di abbinare le sedie.

Fustigazione. Il sedile è recintato con traliccio (motivo decorativo costituito da linee regolarmente incrociate.) Realizzato con strisce di corteccia di rattan secondo un disegno geometrico.

Spline. Queste sono le scanalature verticali scolpite sull'altezza di un montante.

Capito. Rivestimento del sedile imbottito e trapuntato, con piccoli bottoni sulle cuciture. Di gran moda sotto Luigi Filippo e nella seconda metà del XIX secolo.
Cartuccia. Superficie con vari contorni, che definisce uno spazio in cui sono inscritte decorazioni e figure.

Faretra. Caso freccia. La faretra faceva parte dell'attrezzatura dell'arciere, del cacciatore e del guerriero. Egli figura nella grammatica decorativa della scultura.

Cintura. Traverse che circondano la parte inferiore di un tavolo.

Chair. In origine la sedia era un privilegio riservato a persone di alto rango. La gente comune usava il baule, la panca o lo sgabello.
È durante il Rinascimento che la sedia entra nelle case più ricche e solo nel XVIII secolo diventa un pezzo di arredamento popolare.

Bevel. Rimuovere il bordo tagliente di un pezzo di legno pian piano con un angolo di 45 °.

Traforato. Qualifica una forma o un profilo fatto di curve e contro-curve.

Cappello (cornicione in cappello a tre punte). Mobile che è curvo la cui forma è simile a quella del cappello napoleonico.

Fireside. Seggiolone con schienale alto, gambe dritte e seduta imbottita. L'autista apparve nel sedicesimo secolo per riposare e chiacchierare accanto al fuoco.

Oak. La parola quercia ha la sua origine in Celts "kaerquez" che significa "bellissimo albero". La quercia è il re degli alberi, rappresenta la forza e la durabilità.

Comodino. Per letti, pannello del letto superiore alla pedana.

capezzale (tabella di). Piccolo tavolo portatile inventato nella metà del XVII secolo, destinato alla stanza.

Caviglia. Piccolo pezzo di legno troncoconico che serve a mantenere l'assemblaggio detto mortasa e tenone.

Ancoraggio. Durante la fase di assemblaggio: installazione di tasselli.

Chest. Piccolo armadio con cassetti a castello inventato nella seconda metà del XVIII secolo. Lo straccio era usato dall'elegante per conservare i propri oggetti: ricamo, gioielli, posta ...

Cera d'api. Cera naturale utilizzata per la lucidatura di mobili.

Scalpello di legno Scalpello e lama affilata montate su un manico di legno che viene utilizzato per tagliare e intagliare il legno.

Cesellato. Ha lavorato con lo scalpello, una specie di piccolo scalpello.

Tronco. È il mobile più antico e uno dei pochi mobili del Medioevo. Serviva ai tempi dell'assedio, del tavolo, del guardaroba e talvolta anche del letto.

Spogliatoio. Piccola toeletta con cassetti e un gelato, davanti al quale le donne si pettinano e si truccano.

A collo di cigno. Antico motivo decorativo preso sotto il Direttorio, l'Impero e la Restaurazione in particolare per i braccioli dei sedili o per le teste e i piedi dei letti.

Comodino. Armadio di stoccaggio basso con cassetti a castello. Il comò apparve nel diciassettesimo secolo.

Jam. Piccoli mobili regionali utilizzati per conservare i vasetti di marmellata.

Console. Apparso nel diciassettesimo secolo, la console è un piccolo supporto mobile che viene applicato contro un muro e sul quale è depositato un vaso, una statua, un orologio ...

Coquille. Il guscio calcareo del guscio, in particolare la conchiglia di capesante, trattato con naturalezza, è stato usato come motivo decorativo fin dall'antichità; questo motivo trovò il suo più grande uso durante il trionfo della roccia sotto il regno di Luigi XV, in quel momento sfoggiando una forma asimmetrica e frastagliata.

Corniche. Stampaggio che forma la corona di una facciata di mobili.

Corpo. Parte principale di un mobile da cui sono esclusi la base, la cornice o il frontone.

Rack. Sistema che consente l'utilizzo di tacchette per regolare l'altezza di ripiani o mensole.

culo (modulo in). Sinonimo di voluta.

Cilindro. Coperchio curvo composto da doghe scorrevoli o rigide che equipaggiano alcuni uffici dalla fine del regno di Luigi XV

D

Router. Macchina per la lavorazione del legno che taglia il legno per realizzare mortase, solchi, modanature ...

Piallatura. Raddrizza con un jointer una parte che sarebbe stata deformata da trattamenti termici, fisici o meccanici.

Jointer. Macchina utensile per pianificare le facce di un pannello.

Halfpipe. Forma semicircolare applicata a tavoli, consolle ma anche cassettoni e mobili antichi di epoca o stile Luigi XVI in particolare.

Ogee. Stampaggio formato da due parti di un cerchio concavo e convesso. Il concavo occupa la parte superiore e la parte convessa inferiore. In una doucina rovesciata è il contrario.

Tendaggi. Motivo decorativo in forma di tessuti piegati, utilizzato in stili neoclassici, in particolare in Luigi XVI.

Heartwood. Zona centrale dell'alburno.

E

Cabinetmaker. Operaio che produce solo mobili. Usa tecniche di falegnameria, intarsio, tabletterie ...

Ebanisteria. Workshop in cui l'artigiano ebanista trasforma i blocchi di legno in mobili.

Inkstand. Piccoli mobili progettati per scrivere seduti o in piedi.

Impero (stile impero). Stile della mobilia prodotto durante il periodo dell'Impero in Francia da 1804 a 1814, cioè il regno di Napoleone I.

Corner. Nome dato a mobili che è posto in angoli. Gli angoli apparvero all'inizio del XVII secolo e riscossero un grande successo verso la metà dello stesso secolo. Gli angoli erano spesso sormontati da un gradino, una specie di scaffale piramidale su cui erano esposti oggetti di valore.

Inkstand. Piccola scrivania solitamente dotata di una scrivania e una scatola per riporre l'attrezzatura per questo scopo.

Corner. Piccolo mobile destinato ad avere luogo all'angolo di due pannelli a parete, a forma di cuneo. Viene dal XVIII secolo, spesso in coppia.

Incorniciato. Bordo che funge da recinto per mobili o pannelli di mobili.

Avvolgimenti. Motivi decorativi formati da spirale a spirale.

Blocca la voce. Piastra metallica (rame, bronzo o ferro battuto) che copre l'ambiente circostante l'apertura in cui viene introdotta la chiave.

Traforo. Ornamenti formati da foglie, foglie e fiori che formano linee curve che si intersecano e si intrecciano. Chiamati anche interallacciati sono disegni formati da combinazioni di linee spezzate e linee curve. Il traforo è particolarmente utilizzato in stile rinascimentale, poi neo rinascimentale in voga sotto il Secondo Impero.

Spacer. Pezzo di unione di metallo o legno per consolidare i piedi di un mobile.

lumaca (piede dentro). Piedi di una cassettiera, un sedile o altri mobili d'epoca o in stile Luigi XV che disegnano il guscio della chiocciola.

F

Poltrona. La sedia è inclusa nei mobili di tutte le grandi civiltà: era il simbolo dell'autorità e del prestigio (in riferimento al trono reale).

Fitting. Set di parti metalliche fissate sui mobili: cerniere, ingressi per chiavi, polsini dei cassetti ...
Sono anche comunemente noti come "hardware".

Foglio. Trattato in modo naturale o stilizzato, la figura della foglia spicca in tutti i repertori ornamentali.

LAN. Significato delle fibre di legno.

Net. Stampaggio generalmente quadrato che separa due elementi decorativi.

Fleurette. Motivo decorativo "naturale" o stilizzato utilizzato da quasi tutti gli stili.

G

formoso. Qualifica un mobile la cui forma è accentuata.

Galerie. Una sorta di piccolo bordo o griglia bassa di legno o rame traforato che circonda i vassoi di tavoli e segretari, specialmente sotto Luigi XVI.

Trundle. Si dice di un tavolo generalmente piccolo la cui forma sempre più piccola viene ripetuta in più copie.

Godron. Motivo ornamentale a forma di stampo ovale o solco utilizzato nel XVII secolo.

Gond. Il pezzo di ferro inclinato su cui ruota gli attacchi di una porta.

Gouge. Strumento, tipo di scalpello il cui bordo è curvilineo. In base all'importanza della curvatura del bordo, la sgorbia si chiama "cavo", "mezzo cavo" o "piatto"; le sgorature chiamate "pieghe" sono piegate nella direzione della loro lunghezza per facilitare l'esecuzione di un determinato lavoro specifico.

piedistallo. Tavolino con piano rotondo supportato da una colonna centrale sostenuta da una base generalmente a tripode.

H

Uomo in piedi In origine l'uomo in piedi era un armadietto molto alto con una sola porta. Secondo la leggenda, questo mobile è servito come nascondiglio durante la rivoluzione per sfuggire ai soldati: un uomo in piedi poteva rimanere lì.

Clock. Questo è per dare alle persone della chiesa il tempo di inventare l'orologio meccanico.
Inizialmente questo orologio meccanico era l'a-pagina di ricche comunità religiose, re, principi e città commerciali.

Orologio Comtoise. Apparve nel XVII secolo in Franca Contea nel Giura. Questo lavoro veniva fatto nelle fattorie, specialmente in inverno, quando la neve copriva la terra che era poi incolta.

Hutch di pane. Petto chiuso in alto da una patta.

I

Invadente. Divano nato sotto il Secondo Impero con tre sedili separati e attaccato ad un asse centrale.

L

Brass. Rame e lega di zinco. L'ottone viene utilizzato per la produzione di accessori che adornano i mobili.

Luce di lettura. Tavolino dotato di una scrivania da cavalletto nata nella seconda metà del XVIII secolo.

Losange. Motivo geometrico ornamentale utilizzato nelle incrostazioni o nell'intarsio, soprattutto sotto il regno di Luigi XVI, il Direttorio e la Restaurazione.

Leggio. Banco di lettura, nato nel 17 ° secolo, supportato da una base di treppiede continuando con un albero centrale; destinato a ricevere gli imponenti libri di preghiere.

Lyre. ornamento decorativo della forma dello strumento musicale, utilizzato in stili neoclassici. Anche alcuni file dei sedili, incluso Luigi XVI, hanno questa forma.

M

Maie. Mobili rustici usati per la conservazione della farina e della panificazione.

Maillet. Questo è un martello interamente realizzato in legno. È usato ad esempio dallo scultore per colpire lo strumento. La mazza è modellata in legni duri come carpino, frassino o cormier.

Cuff. Piccolo cuscino imbottito che ricopre i braccioli.

massiccio (legno). Al contrario di impiallacciatura.

Medallion. Motivo ornamentale circolare o ovale, scolpito con varie decorazioni; in uso negli stili rinascimentali e neoclassici.

medaglione (Cartella). Qualifica i file ovali di alcuni posti Luigi XVI.

Cherry. È un legno più morbido della quercia. Tiene la sua originalità del suo colore rosso. La ciliegia selvatica si diffonde naturalmente nella foresta. Può raggiungere un'altezza di metri 30 perché nella foresta si alza per cercare la luce.

Armadietto di supporto È un mobile la cui altezza consente a una persona di sostenere il gomito.

Arredamento. Si applica ai mobili destinati a rimanere in un posto fisso rispetto ai mobili mobili che potrebbero essere spostati.

Mobili medi. Vedi "in mezzo".

Supporto altezza mobili. Vedi "supporto"

Valori. Pezzi verticali della cornice di un mobile.

Mortise. Questo è un taglio fatto in un pezzo di legno per ricevere il tenone di un altro pezzo da assemblare con esso.

Stampaggio. Ornamento sporgente o cavo. Quadrato o rotondo lo stampaggio decora le opere di ebanisteria.

O

Warhead. Arco o arcata composto da due porzioni di archi uguali che si intersecano ad angolo acuto, usati nel Medioevo, ripresi in stile trovatore o neogotico.

Orecchie. In una poltrona "in confessionale", pannelli imbottiti o trapuntati perpendicolari allo schienale fissati all'altezza della testa.

Origine (di). Sinonimo di tempo, il momento della costruzione dei mobili, che non è stato né riparato né restaurato.

Ornemaniste. Nome usato nei secoli XVII e XVIII per designare un disegnatore-incisore.

Orphan. Si riferisce a un posto a sedere (sedia o sedia) oa un angolo, un mobile singolo o intermedio, che ha perso la sua controparte.

Osso di pecora Forma di base in volute e contro volute pronunciate. Spesso utilizzato per sedili Luigi XIII e Luigi XVI.

Framing. Sinonimo di costruzione o struttura. Parte che costituisce la struttura del mobile in cui sono fissati i pannelli, i sedili o i file.

Oves. Motivo ornamentale che influenza la forma di un uovo, il più delle volte utilizzato nei fregi che si alternano a lingue, dardi taglienti o foglie d'acqua. Frequentemente utilizzato negli stili classici, in particolare in quelli rinascimentali e in quelli di Luigi XVI.

P

Pannello. Superficie in legno massiccio che costituisce la facciata, il retro, i lati e il fondo dei mobili.

Palmetta. Motivo ornamentale formato da piccoli palmi usati in vari stili neoclassici, sotto la particolare Restaurazione. Spesso le palmette sono inscritte in una curva ogivale costituita da diversi steli ricurvi, cinque o più, collegati da una specie di fiocco; la parte inferiore si avvolge nel fogliame.

Pannello. Legno massiccio o superficie impiallacciata che costituisce la parte anteriore, posteriore, i lati e il fondo del mobile.

By-vicino. Set di traversine orizzontali e verticali che incorniciano un pannello di legno.

parquet. Azione per rafforzare un pannello allineandolo sulla parte posteriore dei dormienti.

patina. Aspetto esteriore di un mobile o di un accessorio dato naturalmente (o artificialmente) mediante l'uso, la lucidatura, l'ossidazione e altri agenti chimici naturali. Prove di un'origine antica e elemento di miglioramento, le patine sono talvolta accentuate, anche se create da antiquari o commercianti di seconda mano senza scrupoli.

Patina antica Mobili invecchiati da buchi, colpi, gallerie di vermi, giunti aperti ...

Aiuole (pannello con aiuole). Parte ridotta dei pannelli che si adattano a una cornice di mobili o porte.

Durante. Si applica a ogni mobile, oggetto o tavolo progettato per formare, in coppia, un set simmetrico. I mobili che formano pendenti sono più spesso mobili di supporto, tra mobili, angoli, console, cassettiere, ecc.

Cerniere. Strisce metalliche, solitamente in ferro battuto, che rinforzano l'assemblaggio dei pannelli di legno. I cardini erano usati soprattutto nel Medioevo, quando i montaggi erano precari, il più delle volte con giunzioni vive.

perline (rango di). Motivo decorativo costituito da una serie di piccole sfere sferiche o ovoidali che ricordano le perle; in uso in stili neoclassici.

Base. Si riferisce agli spaziatori, alle traverse e ai piedi di un mobile.

placcatura (legno di). Al contrario del legno massiccio, sottile foglio di legno o altro materiale destinato a coprire una superficie fatta di un materiale meno nobile e più solido.

Plateau. Pannello orizzontale di un mobile (tavoli, cassettiere, segretarie, bassi buffet) utilizzato per posizionare oggetti.

Maniglia del cassetto (o disegnare). Oggetti fissi o mobili generalmente in metallo (ferro, rame o bronzo) disposti per essere tenuti saldamente.

Psiche. Specchio in una cornice montata su un perno; nato sotto il regno di Luigi XVI e molto usato sotto l'Impero e la Restaurazione.

Desk. Piccolo pezzo di arredamento che presenta un piano inclinato destinato a ricevere un libro o una carta. Alcune scrivanie sono dotate di sistemi rack per variare l'angolo di inclinazione del vassoio.

Q

A coda di rondine. vedi definizione dovet.

R

Groove. Stampaggio cavo e fine.

Rais-del-cuore. Motivo decorativo a forma di cuore in stile neoclassico, composto da ornamenti alternati a foglie d'acqua.

Rechampi. Metodo di tonalità usato per far risaltare modanature e / o sculture tingendole di un colore diverso.

Rechampir. Per le decorazioni dipinte, staccare determinate linee o superfici dallo sfondo accentuando la linea o l'opposizione dei colori. Questa operazione è stata spesso eseguita sulle sedi del XVIII secolo.

Rilievo. Vedi "Middle relief".

imbottito (o in rilievo). Guarnito con ciuffi di crine o pezzi di stoffa.

Restauro. Riparazione (ricostruzione) eseguita nello spirito del tempo in cui è stato creato il mobile.

Rinceau. Motivo ornamentale composto da steli fioriti disposti a carica; trattato in modi diversi, il fogliame è stato utilizzato in ogni momento.

Rocaille. Qualifica lo stile Luigi XV caratterizzato da avvolgimenti, curve e contro-curve, asimmetria ed esuberanza di sculture.

Rene. Tavolino da caffè piccolo nato nel XVIII secolo a forma di fagioli o reni; sinonimo di

"in fagioli".

Urto rotondo. Processo di scultura in cui la figura non è più collegata a nessuna superficie e può essere vista da tutti gli angoli.

Rosette. Motivo decorativo circolare a forma di rosa o stella con diversi rami.

Rattan. Gambo di un arbusto usato per trecciare i fondi per sedili o tavoli. Sotto il Secondo Impero, sono piccoli mobili da giardino leggeri realizzati interamente in rattan.

nastri (nodi di). Motivo decorativo neoclassico.

S

Zoccolo Disegno decorativo dello zoccolo biforcuto che termina i piedi di alcuni tipi di sedili. Lo zoccolo può essere scolpito in legno pieno o eseguito in bronzo per essere messo all'estremità del piede.

Salone. Set di sedie composto da diverse sedie, sedie in coppia e uno o più divani.

Scultore. Artista che scolpisce il legno per decorare i mobili

Scultura. Arte di intagliare il legno con vari strumenti.

Segretario. Il segretario o "segretario nel guardaroba" è apparso a metà del XVIII secolo, è uno dei mobili più caratteristici dello stile Luigi XVI.

Weekly. Piccolo armadietto con sette cassetti nato nella seconda metà del XVIII secolo.

Divano. Seduta con più sedili, schienale con guance imbottite, nato nel 17 ° secolo.

T

Tavolo. Il tavolo era sempre destinato agli usi più diversi: pasti, giochi, lavoro o semplicemente cerimoniale.

Mensola del cavallo Vassoio di un tavolino situato nella parte inferiore che collega i quattro piedi, consolidando la base e rendendo possibile il posizionamento di oggetti.

galloccia. È un pezzo di legno usato come luogo di riposo per un altro elemento. Per noi i tacchetti servono come spessori per i rack montati su rack.

Tenaille (en). (per i posti). Sinonimo di posti in X.

Tenon. Fine di un pezzo di legno scolpito in parallelepipedo rettangolare per adattarsi perfettamente al taglio a mortasa nella stanza a cui deve essere assemblato. Parliamo quindi di assemblea "con tenoni e mortase".

Cerniere. Tavolette mobili che forniscono determinati tavoli.

toupie (In). Forma triangolare caratteristica di alcune gambe mobili Luigi XVI.

Tornito. Stampaggio perpendicolare all'asse di un pezzo di legno usando un tornio.

V

Dresser. Mobili provinciali costituiti da una cassapanca sormontata da mensole (o cassettiere) su cui sono esposti i piatti. Le sue sculture variano in base alla regione.

Velluto. Panno a cui viene aggiunto un filo di trama (o filo extra) che forma un peluche peloso. Il velluto colpito viene schiacciato localmente e il velluto cesellato combina il velluto riccio e il velluto tagliato.

Vernice. Liquido a base di alcool (o trementina) di olio di lino, gomma e colofonia per proteggere il legno o altro materiale.

Vetro dipinto (Eglomise). Processo decorativo diffuso nel XVIII secolo dal supervisore parigino Jean-Baptiste Glomy; consiste nell'applicare sul retro di un bicchiere (sottobicchiere) una vernice fredda associata a sfondi lucidi - argento o oro - e vernice nera.

Showcase. Mobili le cui porte sono rivestite di vetro in modo da permettere l'esposizione di oggetti preziosi senza essere toccati. Appare nel 18 ° secolo. È il cabinet parade per eccellenza che tiene il posto migliore in tutti i saloni.

Volute (piedi volute). Ornamento formato da un avvolgimento a spirale (stile Regency).

Voltaire. La poltrona crea a 1830 e prende il nome dal filosofo francese. La volta ha uno schienale alto imbottito, una seduta profonda e braccioli con polsini.

Unisciti a Meubles DOUDARD su Facebook Suivez su Twitter Iscriviti alla nostra catena di mobili DOUDARD Contatta Furniture DOUDARD Individua i mobili DOUDARD
MEUBLES DOUDARD SAS
Via 5 di Mont Saint Michel - 50640 LE TEILLEUL
DOUDARD FURNITURE SAS - SIRET: 39352779100023 - NAF: 1629Z - IVA N °: FR71393527791
02 33 59 33 70
Mobili in legno massiccio Mobili in legno massiccio Massivholz möbel Mobili in legno massiccio Muesoli di madera maciza
il mio account | Conditions Générales | informazioni legali | ABC dev. 1.6.9
diretto da ABC IDEA
Recensioni dei clienti
Una soddisfazione del cliente valutato in media
4,85 / 5
su 20 preavviso
.